video curriculum guida hr

Video curriculum: come capire se è il candidato ideale

Il video curriculum può essere considerato l’evoluzione del classico documento in pdf in cui ognuno di noi tenta di riassumere le proprie esperienze professionali e le competenze acquisite negli anni, e per questo considerarlo a tutti gli effetti uno degli strumenti di selezione del personale, è più che giusto.

Perché sfruttare il video curriculum nella preselezione  

video curriculum

Nato e importato direttamente dagli Stati Uniti, il video curriculum non è altro che una clip creativa di pochi minuti in cui i candidati si raccontano e, allo stesso tempo, condensano le loro esperienze formative e professionali con l’uso di grafiche e montaggi video particolari.

Già dalla sua nascita la maggior parte delle aziende era convinta che il video curriculum sarebbe stato centrale nei processi di selezione del personale e in effetti, oggi, la video candidatura è una modalità di recruiting sempre più utilizzata nelle aziende, sia in Italia che all’estero.

Noi di EasyRECrue, non a caso, abbiamo creduto fin dall’inizio nella potenza del video e abbiamo creato un software per le HR che potesse facilitare l’incontro con i candidati, e quale migliore strumento se non il video per creare questa connessione?

Scarica la demo

Le caratteristiche del video, applicate a contesti come il recruiting infatti, si amplificano e diventano opportunità importanti sia per i candidati che per i recruiter: per i primi, realizzare un video curriculum è un modo per attirare l’attenzione ed emergere rispetto agli altri candidati, mostrando le proprie capacità e dando qualche indizio sulla propria personalità. Allo stesso tempo, per le HR, l’analisi di un video curriculum facilita l’individuazione di risorse ideali per l’azienda.   

Vantaggi e svantaggi del video curriculum

Per i candidati: il vantaggio più grande di inviare il video curriculum per la candidatura ad un’offerta di lavoro è sicuramente quello della rapidità con la quale potrete comunicare le informazioni su di voi. Non meno importante, avrete la possibilità di dare sfogo alla vostra creatività, alla vostra capacità di sintesi e, ovviamente, mostrare le vostre abilità nel video editing. Se siete timidi o non avete abilità con il montaggio video, potreste trasmettere alle risorse umane il vostro disagio e la vostra insicurezza: state attenti quindi a realizzare un video convincente.

Per i recruiter: il video curriculum è sicuramente un ottimo modo per risparmiare tempo nei processi di preselezione del personale. Analizzare un video, inoltre, è più coinvolgente rispetto alla lettura di un cv stampato su carta e aiuterà voi recruiter a farvi un’idea più precisa della persona che poi, probabilmente, deciderete di incontrare in fase di colloquio.

Trovare il candidato ideale con il video curriculum: guida per le HR

video curriculum per hr

Il video curriculum, di fatto, non può sostituire il curriculum classico ma è sicuramente un ottimo strumento di valutazione dei profili dei candidati ad un’offerta di lavoro: ma quali sono le cose da prendere in considerazione quando si ha davanti un video in cui un candidato cerca di comunicare gli aspetti salienti della sua persona?

Ecco qualche indizio che potrebbe aiutare le HR a capire se dietro un video si nasconde il candidato ideale:

  • Il video è breve ma completo
  • Il video è allo stesso tempo creativo e professionale
  • Il candidato organizza un discorso in modo chiaro e corretto
  • Il candidato guarda dritto verso la camera senza mostrare segni di timidezza
  • Il video non è incentrato sulla bravura del candidato ma comunica passione per il suo lavoro e il campo in cui desidera operare

Questi aspetti invece, potrebbero essere valutati negativamente dalle HR in fase di analisi del video curriculum:  

  • Il video svia su aspetti diversi da quelli previsti per un curriculum lavorativo
  • Il concept video mescola la vita professionale con quella privata del candidato
  • Il candidato eccede con humor e scene fuori luogo
  • Il montaggio video non è ben definito e non organizza i contenuti in modo scorrevole

Dopo aver visionato ed analizzato i video curriculum, comunque, sarà bene fissare un colloquio conoscitivo con il candidato per confermare o smentire le impressioni e le considerazioni ricavate dalla visione del curriculum video.

New Call-to-action

Pubblicato da Daniele Matteucci
il 19 maggio 2017

Categoria
colloquio, recruiting, Articoli, recruiter, tips

Seguitemi su :

Commenta per primo

La tua email non sarà pubblicata. I campi indicati con * sono obbligatori

Non perderti le ultime novità del mondo delle risorse umane.

I nostri ultimi articoli

I nostri contenuti HR

Individuare le soft skills durante il processo di selezione
Valutare i KPI del processo di selezione e recruiting
Il video-colloquio nel recruitment