video-employer-branding

Come i video possono rafforzare il tuo Employer Branding

Sapete che secondo uno studio tenuto da Cisco, entro il 2021 più dell’80% del traffico dati nel mondo sarà generato dai video online? Il marketing ne ha sempre fatto uno strumento decisivo per campagne di comunicazione e di brand image. E il mondo del recruiting non è rimasto a guardare, trovando nei video la ricetta giusta per dare valore all’employer branding. Perché? Perché i video sono immediati, facili da comprendere e, soprattutto, veicolano emozioni, fondamentali per l’employee journey.

L’employer branding è l’immagine di un’azienda così come è percepita dai suoi collaboratori interni, esterni e potenziali. È un concetto che lega comunicazione HR e marketing in completa sinergia. La reputazione virtuale, e-reputation, rappresenta un reale riflesso dell’azienda. Per mantenerla in molti utilizzano i video. Ma attenzione: non serve a nulla ingannare gli utenti con una scenografia fantasma, potrebbe sortire l’effetto contrario.

Attrattività: gli HR non parlano che di questo… e così anche noi. Oggi il recruitment parte da una promessa: far vivere ai candidati un’esperienza veramente unica. Così, per attirare i talenti migliori, chi si occupa di Talent Acquisition deve andare oltre questa promessa e differenziarsi. E quando si tratta di attirare si tratta valorizzare il proprio employer branding. E quando si parla di employer branding si parla di marketing. Talent Nurturing e inbound recruting sono tendenze sempre più in auge, ma si dovrebbe comunque tornare ai fondamentali e creare contenuti d’impatto. Dopo tutto, se un’immagine vale più di mille parole… immaginate quanto può valere un video!

#1 Career page e video: l'impatto al primo contatto 

employer branding video Sono sempre più numerosi i candidati che decidono di informarsi online prima di inviare una candidatura. Primo punto di contatto: il vostro sito Internet e, di conseguenza, la vostra career page che deve essere il riflesso del vostro employer branding e deve permettere agli utenti di capire chi siete, quali sono i vostri valori e la vostra culture, quali sono le vacancies, quale sia l’ambiente di lavoro e le possibili carriere da intraprendere, senza dimenticare le vostre procedure HR. D’altra parte, è di questo di cui parliamo: di risorse umane.

Secondo il nostro ultimo report sulla candidate experience offerta dalle 120 principali aziende europee, a cui abbiamo dedicato un webinar, l'84% di queste, ad oggi, utilizzano video testimonianze per rafforzare l’employer branding. Eppure il loro potenziale non è esclusivo delle grandi aziende e le piccole imprese possono – e devono – sfruttare i possibili vantaggi dei video per aumentare la propria visibilità.

#2 Gli HR alla prova creativa: 5 tipi di video 

  • Il video corporate o istituzionale: ha come obiettivo principale quello di presentare l’azienda da diversi punti di vista, dall’ambiente di lavoro alle attività svolte, dalle posizioni disponibili ai suoi valori. Può avere diverse forme, la cosa importante è che vi rappresenti. 
  • La video-testimonianza: l’obbiettivo è quello di dare voce ai vostri collaboratori così che siano loro, in prima persona, a raccontare dei loro incarichi, del know-how necessario e delle interazioni con gli altri settori. Può avere un carattere educativo in particolare per quel che riguarda professioni tecniche, scientifiche o soggette a cliché ricorrenti. Un video è il modo migliore di sdrammatizzare o rendere più affascinante una professione. 
  • La video-immersione: una versione più complessa della video testimonianza, consiste nel seguire un collaboratore nel suo quotidiano per permettere a un candidato di proiettarsi più facilmente in una giornata-tipo della tua azienda. In questo caso si avrà un doppio beneficio: i collaboratori si sentono valorizzati perché/in quanto possono esprimersi e diventare ambassadors dell’azienda e, allo stesso tempo, garantisce un’assoluta trasparenza ai candidati. 
  • La video presentazione del processo di recruitment: la trasparenza è uno dei requisiti fondamentali per un gran numero di candidati che si approcciano a un processo di selezione. Hanno infatti bisogno di conoscere le diverse fasi per prepararsi e avere una visione globale del processo. Questo tipo di video risulterà ancora più utile se in azienda utilizzate dei tool digitali il cui funzionamento deve essere spiegato al fine di rassicurare i candidati.
  • La video intervista: se utilizzate un sistema di colloqui in differita chiedete ai vostri candidati di “metterci la faccia” e di registrarsi mentre rispondono alle vostre domande. E se anche voi vi metteste in gioco parlando di fronte a una videocamera? Intervistare direttamente un candidato tramite video rende l’esperienza più umana e permette di dare un volto all'interlocutore. 

In cerca di ispirazione? Guarda questi esempi di video HR personalizzati!

#3 Qualche consiglio per i vostri video HR 

Grazie al formato corto e visuale il video ha un grande potenziale virale che può essere largamente sfruttato se condiviso sui social media. Può essere visto ovunque: da computer, dallo smartphone, dai tablet.

Prima di lanciarvi nella produzione di contenuti eccovi cinque consigli da esperti:video-hr

  1. Definite un target di riferimento: create l’equivalente di una buyer persona che possa rappresentare il vostro target e rivolgetevi a lui con il giusto tono di voce e la stessa lingua per aumentare l’identificazione e, di conseguenza, l’engagement. Il vostro employer branding dipende da chi collabora ogni giorno al successo del tuo business. La scelta del target è fondamentale: per esempio potreste utilizzare un video per promuovere un Graduate Program rivolgendovi direttamente ai neolaureati. 
  2. Coinvolgete i vostri collaboratori, rendeteli ambassadors del vostro business e dei vostri valori. Ci sono molti modi per valorizzare i diversi protagonisti della vostra azienda. Tante compagnie propongono ai loro dipendenti di parlare di ciò che sanno fare meglio: il loro lavoro. Date loro l’opportunità di raccontare la loro esperienza e il loro quotidiano nella vostra azienda: qual è il loro ruolo? Quali sono i loro incarichi? Perché hanno deciso di credere nel vostro progetto e non in un altro?
  3. Siate autentici: lo scopo non è solo quello di presentare la compagnia da un punto di vista lavorativo, puntate sul lato umano. Non siate troppo seri, aggiungete una giusta quantità di leggerezza e humor. Pensate a un’intervista dinamica e affidatevi allo storytelling: l’esperienza del candidato ne guadagnerà in autenticità e umanità.
  4. Curatene la realizzazione: non si tratta di fare un video fine a sé stesso. Se gli strumenti a vostra disposizione non sono professionali sarà comunque possibile, affidandosi all’aiuto di esperti, creare contenuti di qualità.
  5. Condividete i vostri contenuti. La vostra career page potrebbe già essere dotata di strumenti innovativi, come una chatbot o una pagina dedicata ai video colloqui in differita. I video possiedono un forte potenziale virale che può essere amplificato tramite le condivisioni sui social network, che diventano così una fedele misura della qualità e della portata del vostro messaggio. È quindi possibile adeguare il linguaggio e la forma dei vostri contenuti a ogni piattaforma e curarne la diffusione per mantenerne costante la visibilità.

Riassumendo, un video di employer branding risponde a diversi obiettivi HR:

  • Attirare i profili migliori puntando sulla trasparenza
  • Comunicare i valori del vostro business puntando sull'autenticità
  • Differenziarvi dai vostri competitor puntando sulla creatività
  • Prevenire il turnover e favorire la permanenza dei vostri collaboratori coinvolgendoli in prima persona 

Hai un progetto per un video HR personalizzato e non sai come realizzarlo? 

Scopri di più sui nostri video employer branding

Pubblicato da Chiara Menghi
il 26 febbraio 2020

Categoria
employer branding, Articoli, video hr

Seguitemi su :

Commenta per primo

La tua email non sarà pubblicata. I campi indicati con * sono obbligatori

Non perderti le ultime novità del mondo delle risorse umane.

I nostri ultimi articoli

I nostri contenuti HR

Individuare le soft skills durante il processo di selezione
Valutare i KPI del processo di selezione e recruiting
Il video-colloquio nel recruitment