colloqui bizzarri

Colloqui bizzarri e dove trovarli: storie realmente accadute

La tensione durante un colloquio di lavoro è normale, sarebbe strano se non ci fosse, ma di certo non può giustificare nei candidati dei comportamenti davvero bizzarri che sono riusciti a spiazzare i recruiter impegnati nella selezione.

C'è stato ad esempio il caso del candidato che invece di rispondere alle domande in modo semplice e chiaro ha preferito cantare e mettere in musica le sue ragioni di fronte allo sbigottito selezionatore. C'è stato poi un altro candidato che impegnato in un colloquio telefonico ha ben pensato di tirare lo sciacquone del water.

I comportamenti più bizzarri dei candidati sono stati raccolti da un'indagine di CarreerBuilder nel corso della quale sono stati intervistati più di 2600 datori di lavoro e responsabili delle risorse umane.

Colloqui bizzarri: risposte decisamente fuori tema

Un candidato dovrebbe sempre mostrare interesse per la posizione per cui si candida e ci sono domande da non fare ad un colloquio: rispondere che il suo lavoro ideale sarebbe dipingere casette per uccelli non è proprio pertinente alla figura di impiegato data-entry.

Allo stesso modo affermare di essere la persona giusta perché si hanno dei capelli sempre perfetti potrebbe essere un tantino fuori luogo, o almeno una caratteristica poco apprezzata per un impiego differente da quello di parrucchiera.

Nemmeno il fatto che la moglie a casa sia arrabbiata perché il marito è nullafacente dovrebbe essere comunicato all'intervistatore, ma forse il caso più eclatante è stato l'uomo che ha messo in chiaro che lui i pantaloni non li avrebbe mai messi in ufficio. Motivazione ufficiale: sono troppo scomodi.

Colloqui bizzarri: presentazioni fuori luogo

Al di là di quello che si può dire sappiamo poi che il modo di presentarsi gioca un ruolo non indifferente. Arrivare ad un colloquio portandosi dietro dei peluche può essere inteso come sintomo di immaturità, urlare in faccia all'intervistatore colpevole di porre troppe domande non giova ad ottenere il posto, come anche portarsi una pizza e mangiarla durante il colloquio senza nemmeno offrirla. Tutto accaduto davvero, ovviamente.

Ci sono poi i candidati decisamente sopra le righe o che vivono ad un livello differente rispetto ai comuni mortali come quello che ha cercato di leggere la mano del recruiter essendo lui un sensitivo/medium, oppure quello che ponendo una mano sul petto dell'intervistatore ha cercato di connettere il cuore con il suo o ancora quello che ha rimproverato l'intervistatrice perché osservando la sua aura si è accorto di non piacerle affatto.

colloqui bizzarri

Comportamenti bizzarri che non ci si aspetta durante un colloquio sono anche mangiare le briciole presenti sul tavolo, lanciare coriandoli in aria mentre si parla, mettersi la crema sui piedi, prendere una foto di famiglia del recruiter e mettersela in borsa, portarsi dietro un uccello domestico, invitare l'intervistatore ad una cenetta romantica al termine del colloquio.

Ci sono poi le cose che sarebbe meglio evitare di dire, come raccontare la storia di quando si è trovato un cadavere o vantarsi di essere finito sul giornale locale perché sospettato di aver rubato un tapis roulant da casa di una vecchietta, oppure domandare al recruiter se ottenendo il posto presso l'albergo ci sarebbe stata anche la possibilità di prendervi la residenza.

A chi non è capitata una situazione esilarante come quelle che abbiamo raccolto in questo articolo? Anche un colloquio di lavoro, dopotutto, può essere un momento da ricordare per tutta la vita! 

Pubblicato da Gaetano Angiuli
il 25 gennaio 2018

Categoria
colloquio, recruiting, Articoli

Seguitemi su :

Commenta per primo

La tua email non sarà pubblicata. I campi indicati con * sono obbligatori

Non perderti le ultime novità del mondo delle risorse umane.

I nostri ultimi articoli

I nostri contenuti HR

Individuare le soft skills durante il processo di selezione
Valutare i KPI del processo di selezione e recruiting
Il video-colloquio nel recruitment