processo di selezione del personale

Processo di selezione del personale: 5 modi per accelerarlo

L’ultimo studio LinkedIn sulle tendenze HR per il 2017 parla chiaro: uno degli obiettivi più importanti per quest’anno sarà quello di concentrarsi sulla qualità del processo di selezione del personale. Nello studio, infatti, emerge che il 19% dei responsabili interrogati dichiarano che il volume di assunzioni aumenterà e che, per valutare la loro buona riuscita, ci si dovrà concentrare sui tempi del reclutamento di nuovi candidati.

Ecco quindi cinque consigli utili che vi aiuteranno ad accelerare il processo di selezione del personale della vostra azienda.  

5 passi per rendere smart il processo di selezione del personale 

1. Definite il modello ideale di candidato

processo di selezione del personale qualità

Non bisogna confondere la velocità con la fretta. Per procedere velocemente ed in maniera qualitativa, è necessario che la vostra ricerca e i suoi obiettivi siano chiari e coerenti. Per esempio, avete pensato a delineare il profilo ideale del candidato prima di dare inizio al vostro processo di selezione del personale?

Creare un profilo ideale del candidato significa costruire la figura di una persona semi-fittizia che rappresenti il target al quale vi volete rivolgere per la ricerca del personale; per renderlo più reale possibile, poi, a questo profilo verranno assegnate una serie di caratteristiche come la personalità o le competenze.

Alla base dei vari profili fittizzi che creerete ci saranno degli scenari che risponderanno a domande come: chi sono le persone del target? Che linguaggio parlano? Su quali supporti è probabile che li incontriate e attiriate la loro attenzione?

Per delinearne soft skills e hard skills sarà bene poi che lavoriate con l’aiuto di ciascuno dei manager della vostra azienda, in modo da delineare il ritratto del collaboratore «perfetto».

2. Rielaborate i vostri annunci

Gli annunci sono una parte importantissima del processo di selezione del personale. Come renderli il più interessante possibile? Una volta identificato il vostro target e imparato a gestire il suo comportamento e le sue reazioni, redigete degli annunci che attireranno la sua attenzione, badando d’inserire più dettagli possibile. Ad esempio, se reclutate uno sviluppatore, mettete l’accento sulle tecnologie che sarà portato ad utilizzare e l’ambiente tecnico nel quale potrà svilupparle. Per un commerciale, non dimenticate di mostrare il piano di remunerazione ed i vantaggi legati al posto.

Per ogni annuncio, non esitate a dare personalità al vostro testo rendendo il contenuto dinamico. «Un buono slogan pubblicitario vale mille parole!». Per trarre ispirazione, consultate nuovi siti di annunci di lavoro e uno sguardo a piattaforme di reclutamento come Welcome to the Jungle, Choose your Boss o anche Talent.io. Dovreste trovare l’ispirazione!

Annunci di qualità ridurranno considerevolmente il tempo di reclutamento.

3. Pubblicate i vostri annunci sui migliori siti di recruitment

Ora che avete definito quali sono i vostri candidati e come potete rivolgervi a loro nel miglior modo possibile, bisogna capire dove potrete incontrarli. Ricordatevi che i candidati migliori hanno già un’occupazione e, per attirare la loro attenzione, occorre che la candidatura sia agevolata al massimo. Linkedin vi permette, ad esempio, di postare facilmente gli annunci così come ai candidati di rispondere direttamente dal loro smartphone.

Non puntate sul multicast dei vostri annunci su tutti i supporti che siete abituati ad utilizzare; scegliere i CV richiede tempo e voi ne perdereste molto nel dover fare la scelta ed è nella qualità immediata delle candidature ricevute che sta il maggior risparmio di tempo. Ricevere troppe candidature non sempre di alto livello vi farà solo perdere tempo.   

4. Curate la preselezione

processo di selezione del personale smart

Avete ricevuto dei CV validi che sperate di confermare con un colloquio di preselezione prima di un incontro vero e proprio? È un buon modo per risparmiare tempo e accelerare il processo di selezione del personale ma per far sì che funzioni, andrà fatto nel modo giusto. La chiamata telefonica vi permette di avere un contatto diretto con il candidato e, per lui, di avere una prima valutazione dell’azienda. A volte però questo non basta per snellire le tempistiche: sapevate infatti di trascorrere in media 84 minuti al mese parlando con una segreteria telefonica? Tempo prezioso che potreste investire facendo altro.

New Call-to-action

Inoltre, i candidati potrebbero non essere nelle condizioni adatte ad affrontare una telefonata così importante: rischiereste quindi di perderne alcuni durante il processo di preselezione.
Privilegiate dunque un formato che consenta di parlare con loro e che favorisca un adeguato  svolgimento del colloquio.   

5. Perfezionate il vostro onboarding

Infine, se sperate di accelerare il processo di selezione del personale della vostra azienda, assicuratevi che il vostro onboarding sia prontissimo: contratto ultimato e pronto per essere firmato, formazioni programmate, l’insieme dei collaboratori preavvisati dell’arrivo e, infine, un evento che segni l’inizio di una buona collaborazione, ovvero una colazione o un pranzo di accoglienza o un dopolavoro negli uffici.

Pubblicato da Daniele Matteucci
il 20 marzo 2017

Categoria
recruiting, Articoli, recruiter, tips

Seguitemi su :

Commenta per primo

La tua email non sarà pubblicata. I campi indicati con * sono obbligatori

Non perderti le ultime novità del mondo delle risorse umane.

I nostri ultimi articoli

I nostri contenuti HR

Individuare le soft skills durante il processo di selezione
Valutare i KPI del processo di selezione e recruiting
Il video-colloquio nel recruitment