ARTIFICIAL INTELLIGENCE recruiting

Artificial Intelligence: come si può applicare al processo di recruiting

L'Artificial Intelligence (AI), l'intelligenza artificiale, è un ottimo esempio di come la tecnologia possa essere applicata al settore delle risorse umane per snellire o automatizzare il processo di recruiting ad esempio riducendo i tempi necessari a scremare i vari curriculum. Automatizzare questa fase in modo intelligente può quindi essere di aiuto ai recruiter impegnati nella ricerca di talenti: il 52% dei professionisti HR afferma infatti che la parte più difficile del reclutamento consiste nell'individuare i candidati giusti all'interno di un ampio gruppo.

La selezione manuale dei cv è un processo che richiede tempo anche perché la maggior parte di quelli che arrivano in risposta ad un annuncio, ovvero tra il 75% e l'88%, non sono qualificati per il ruolo ricercato.

artificial intelligence

L'intelligenza artificiale può aiutare il recruiter a valutare in modo efficace i candidati riducendo al tempo stesso il tempo di assunzione e soprattutto i costi relativi a questo processo. Per le aziende il recruiting è un momento impegnativo, trovare il talento giusto può essere molto difficile, assumere la persona sbagliata significa perdere denaro.

Artificial Intelligence: in quali aree viene sfruttata

Secondo la rivista Forbes, le macchine si stanno rivelando degli strumenti efficaci per valutare e selezionare i candidati. Nel settore delle risorse umane si è ormai capito che per rendere il processo di selezione davvero efficace si devono superare il modello basato sulla valutazione dei cv e anche le interviste personali per evitare che le opinioni del recruiter possano influenzare la scelta. Gli esperti di risorse umane possono già contare sull'aiuto dei computer quando si tratta della gestione delle operazioni: esistono infatti software che consentono di organizzare le interviste e risparmiare tempo facendo una ricerca tra i candidati, oppure stilare una classifica dei profili. L'intelligenza artificiale può essere utile anche nell'analisi di cv: tramite alcuni sistemi si possono anche generare test e simulare sfide lavorative sul luogo per valutare la bravura dei candidati.

Intelligenza artificiale

Una ricerca di Linkedin sull'Artificial Intelligence

Secondo “Global Recruitng Trends”, un'indagine di LinkedIn, il social dedicato al mondo del lavoro, i sistemi di Artificial Intelligence sono destinati a cambiare sempre di più il settore delle HR soprattutto grazie all'uso di algoritmi e chatbot.

Le interviste sono state condotte su circa 9mila professionisti e manager HR di Paesi differenti: secondo il 67% degli intervistati l'uso di sistemi di Artificial Intelligence si sta diffondendo perché consente di risparmiare tempo, per il 30% consente invece di risparmiare sui costi della selezione. Per il 43% degli interpellati l'impiego dell'intelligenza artificiale aiuta inoltre a superare i pregiudizi personali e per il 31% è utile per individuare i candidati migliori. Il 58% ritiene che l'Intelligenza Artificiale sia efficace per scoprire candidati futuri, il 56% la ritiene di supporto nella valutazione. I recruiter giudicano favorevolmente i programmi che automatizzano l'analisi dei cv e le chatbot che consentono di inviare risposte a chi cerca lavoro.

artificial intelligence hr

Anche se la maggior parte dei manager intervistati si è detto favorevole all'intelligenza artificiale ritenendola un supporto valido alla loro attività, una minoranza, il 14%, è intimorita dall'introduzione dei sistemi automatizzati considerando questa innovazione come una minaccia per il loro lavoro. Si tratta comunque di un timore che non ha motivo di esistere perché la selezione del personale non potrà mai essere automatizzata in tutte le sue fasi: la tecnologia può essere e sarà sempre di più un aiuto nello svolgere i meccanismi più noiosi, i recruiter potranno quindi concentrarsi sempre di più sul lato umano della selezione valutando la capacità di negoziazione, di relazione, di convinzione.

Pubblicato da Gabriella Di Gangi
il 18 luglio 2018

Categoria
Articoli, artificial intelligence

Seguitemi su :

Commenta per primo

La tua email non sarà pubblicata. I campi indicati con * sono obbligatori

Non perderti le ultime novità del mondo delle risorse umane.

I nostri ultimi articoli

I nostri contenuti HR

Individuare le soft skills durante il processo di selezione
Valutare i KPI del processo di selezione e recruiting
Il video-colloquio nel recruitment